Tag Archives: gioielleria

Dai flaconi di shampoo…

22 Apr

orecchini riciclo

L’estate scorsa mi sono fatta questi orecchini colorati, leggeri e creativi.

L’occasione erano alcuni flaconi di shampoo e detersivo che dovevo buttare nel riciclo: perchè non tirarne fuori qualcosa di bello? Così in pochissimi minuti ho fatto gli orecchini.

Ve li mostro perché penso che possano essere un’idea di autofinanziamento per le ragazze del reparto,  una facile preda da cacciare per le bambine dei lupetti. (altri orecchini simili li trovate QUI,invece ecco QUI un modo per riutilizzare le camere d’aria delle bici )

fustellatrice, flaconi di plastica colorata, monachelle, forbici

1) ho ritagliato diverse forme di plastica e diversi colori. Bastano forbici normali perchè questa plastica di solito è morbida. Ho fatto un buchino con la fustella a ciascun “petalo”

2) Ho scelto la combinazione di colori che mi piaceva di più e ho montato l’orecchino infilando la plastica nella monachella.

(mi sono dimenticata di scriverlo prima, ma è utile anche una pinza a punte rotonde per aprire e chiudere gli anellini delle monachelle: la stessa che usavo QUI)

 

Spero di avervi dato un’idea utile ed economica: ciascun orecchino costa 30 centesimi

Ciao a tutti!!

Akela

 

La solita bottiglia di plastica…

4 Lug

…. di cui non si butta via niente!! Possiamo riutilizzare anche la piccola coroncina che unisce il tappo alla bottiglia!

Ma partiamo dal principo….ero rimasta affascinata qualche tempo fa, dalle bellissime creazioni di Serena: guardate qua!

Cosi le ho chiesto se voleva preparare un tutorial per noi… ho fatto bene! Perché qui di seguito Serena ci da un’idea per realizzare delle collanine a partire, come spesso facciamo noi, dalla “spazzatura“!!

Perfetto sia per l’età dei lupetti che degli esploratori… ovviamente ciascuno personalizzerà il lavoro in base alle capacità e all’età!

tutorial collana riciclata

Continua a leggere

Riciclare le bottiglie: orecchini!!

5 Feb

orecchini botiglie PET riciclo

Ciao a tutti!

C’è già qualche amica che mi dice “Ma non aggiorni più??”. E’ vero, sto aggiornando poco il blog, ma la verità è che cerco si stare il meno possibile davanti allo schermo del pc: e preparare le foto, i tutorial e pubblicare il post porta via un sacco di tempo!!

Comunque , la mia attività con il branco prosegue, e non mancheranno, magari meno frequentemente di prima, le idee per giochi ed attività creative.

Oggi vi propongo, magari per le bambine che vogliono conquistare la specialità di riparo&riciclo o mani abili, un paio di orecchini fatti usando le bottiglie in pet. Le banalissime bottiglie d’acqua in plastica.

Le mie lupette, immagino anche le vostre, amano fare braccialetti, orecchini e ciondoli. Usano molto spesso il FIMO (e fanno di quelle cose…) che però è un materiale relativamente costoso!

Con una attività come questa invece, magari da fare solo con un piccolo gruppo, possono imparare ad usare anche materiali non convenzionali per esprimere la loro fantasia.

Come fare? Leggi il tutorial!

Braccialetti regolabili con il nodo piano

29 Ott

Ciao a tutti!!

Il tutorial di questo braccialetto è in particolare per Irene, che me l’ha chiesto 🙂 Mi raccomando, fanne buon uso! 🙂

Non è molto difficile realizzare questi braccialetti, anche se sono un po’ più laboriosi rispetto ai braccialetti intrecciati con le perline. In compenso però, hanno la chiusura regolabile e quindi si adattano a tutti i polsi.

Io ho voluto aggiungere un cuore in argento (forse l’ho trovato nell’uovo di Pasqua), ma il braccialetto è bello anche senza niente. Oppure si possono utilizzare anche materiali di recupero, come rondelle, bulloni, bottoni, perline o pezzi di bigiotteria usata.

Ecco cosa serve:

cordino cerato ( di due colori o un solo colore)

un connettore per bigiotteria (vedi sopra)

colla tipo super attack

scotch (+ forbici)

La prima cosa da fare è tagliare il cordino cerato:

2 pezzi da 75 cm (rosa)

2 pezzi da 50 cm (rosso)

1 pezzo da 25 cm (rosso)

Poi si comincia:

Piegare a metà i due fili da 20 cm. Legarli ai due versanti del connettore, con un nodo “bocca di lupo” come in figura: In questo modo i fili rimarranno ancorati al connettore.

Posizionare il centro del filo rosa da 75 cm sotto i due fili rossi centrali. Piegare la parte sinistra del filo (rosa) sotto la parte destra (come in figura 3). Fare passare il capo destro del filo rosa sotto i due fili rossi e dentro l’anello creatosi a sinistra (come in figura 4).

[è molto più facile a farsi che a dirsi, guardate le foto :)]

Tirare e spingere il nodo in alto. (figura 5)

Ripetere lo stesso procedimento, ma partendo da destra: piegare la corda rosa destra sui fili rossi e sotto la corda sinistra (fig.6). Poi far passare la corda sinistra sotto i fili rossi e dentro l’anello creatosi a sinistra (fig 7). Poi tirare ancora, si è formato il secondo nodo, opposto al primo (fig. 8).

Ripetere il procedimento, sempre alternando destra e sinistra. Intrecciare per qualche centimetro su entrambi i versi del braccialetto. Tenere conto che la chiusura occuperà circa 1,5 cm.

Sul retro del braccialetto, legare insieme i due capi di filo rosa avanzato con un nodino ben stretto (fig. 9). Poi versare una goccia di supercolla e tagliare l’eccedenza di filo (fig. 10)

Ora dobbiamo cominciare a realizzare la chiusura regolabile. Piegate il braccialetto a cerchio, avvicinando le rimanenze di filo rosso. Legate i 4 fili rossi provvisoriamente insieme con dei pezzi avanzati di filo qualsiasi (fig. 11)

Poi, prendete il filo rosso da 25 cm. Con la stessa tecnica di prima (fig. 3 – 8) intrecciatelo attorno ai 4 fili rossi, per circa 1,5 cm; otterrete quello che vedete in figura 12. Poi, legate ancora fra di loro le rimanenze, incollate con un piccolissima goccia di colla e tagliate. Occhio con la colla, che deve solo unire le rimanenze, e non tutti i fili, altrimenti la chiusura non sarà più regolabile ovviamente!! Per essere sicuri, dopo aver tolto i legacci provvisori, continuate a stringere ed allargare il braccialetto per qualche secondo, mentre la colla fa presa sulla chiusura.

Fate un nodo sui due capi dei fili rossi centrali, tagliate l’eccedenza (fig. 13). Fissate il nodino con una goccia di colla (fig. 14).

Il braccialetto è finito!!

Realizzarlo la prima volta potrebbe non risultarvi facilissimo, bisogna guardare e riguardare le foto (o almeno, per me è stato così)… Ma una volta capito il meccanismo si va via velocissimi! 🙂

Ho fatto un braccialetto rosa e rosso per mia sorella Valeria e uno nero per me.

Ora ho in programma di realizzarne uno inserendo anche delle piccole perline, magari da regalare come pensierino per Natale (mi porto avanti! 🙂

friendship bracelet tutorial square knot

Io ho imparato a fare quest braccialetti leggendo QUI. Il blog è pieno, pienissimo di altre idee di fai-da-te per ragazze! 🙂

A presto,

Cecilia

Linking to:
parents as teachers

Di nuovo fimo! [Come fare un albero]

21 Mag

Ciao a tutti!

Il fimo spopola tra le giovani creative: la mia lupetta Reby ha orecchini a forma di pane, di brioche e di torta, e non è l’unica! Io ho visto di quei ciondoli a forma di pasticcino che non ho comprato perché avrei rischiato davvero di mangiarli.

Di fimo vi avevo già parlato in questo post, in cui Danila ci insegnava a fare una spilletta a forma di testa di lupetto.

Oggi invece, Elisa ci spiega come fare un ciondolo molto primaverile, che rappresenta un albero in fiore.

Lascio quindi a lei la parola!!

(fate anche un giro dal suo nuovissimo blog, dove troverete un sacco di fimo-idee, tra cui super Mario, orecchini Pan di Stelle, e tartarughine portafortuna; e passate anche dal suo shop su Artesanum!)


Come fare? Leggi il tutorial!

Braccialetti portafortuna

9 Mag

Questi sono braccialetti molto semplici: richiedono pochi minuti e poco materiale per essere fatti.

Penso che potrebbero essere perfetti per una lupetta o una coccinella che chiede la specialità di mani abili o artigiana, per occupare un po’ del tempo libero che i bambini hanno durante un campo estivo o invernale. Potrebbe essere anche un possibile regalo di fine anno scout per l’intero gruppo, se i braccialetti sono nei tre colori delle branche (rosso, verde, giallo).

Naturalmente potrebbe essere anche una piccola fonte di autofinanziamento per il branco /cerchio.

Si chiamano braccialetti portafortuna perché pare che vadano regalati: nell’indossarli, chi li riceve esprime un desiderio. Quando il braccialetto si disfa e si spezza, il desiderio si avvererà. Sarà vero?? A volte è bello crederci! 🙂


Come fare? Leggi il tutorial!

Rondelle e lana

19 Mar

Con la primavera in arrivo nel nostro branco le attività di mani abili calano di frequenza; aumentano le attività natura e soprattutto i mega tornei di palla – scout! Il gioco delle specialità dovrebbe essere nel suo pieno, però, quindi perchè non suggerire a qualche lupetto/coccinella di creare dei piccoli gioielli per i suoi amici del branco/cerchio?

Da noi Irene infatti è già diventata “gioielliera”, avendo perfino venduto braccialetti fatti da lei per raccogliere fondi di beneficenza

Attività manuale molto semplice, adatta un po’ a tutti! Le rondelle costano pochissimo, a differenza di altri materiali per la gioielleria fai da te, quindi, niente di meglio per la creatività scout!

Dite ai vostri bambini di portare del filo di lana del loro colore preferito, poi mettete tutto in comune; lasciateli combinare perline e rondelle di colori e dimensioni diverse. Controllate solo che i nodi siano ben tirati.


Come fare? Leggi il tutorial!

Il Riciclo Creativo

Tutto ciò che pensi sia da buttare potrà avere una seconda vita!

If I had a million hours...

...there are - literally - lists and lists of things I'd do. But life is short and time is limited. This is how I choose to spend the hours I've been given - and some funny stories along the way.

sewliciousdecor.wordpress.com/

Projects for the home you can feel good about!

Agnes & Marion

A photo a day, from Lisbon and Budapest (2012-2013)

Homespun Haley.

JOY IN SIMPLE THINGS.

Creating Laura

knitting, crafting, and loving life

Running Blonde

Medical student, athlete and DIY queen.

Canta il Bosco

Concorso canoro per i cerchi lombardi

·••·¨*:·.Traces of Me .·:*¨·••·

Il coraggio è la magia che tramuta i sogni in realtà.

Simere's Weblog

Tra il dire e il fare...

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: