Archive | mani abili RSS feed for this section

Segnalibro moustache

19 Set

segnalibri finto legno e riciclo carta riviste

Ciao a tutti!

Oggi vi voglio proporre (come se non ce ne fossero abbastanza) un modo per fare dei segnalibri. Lo ripeto, io adoro i segnalibri, perché leggo un sacco e quindi mi piace averne sempre di nuovi, e mi piace regalarli.

La fantasia moustache è molto in voga la momento e si prestava bene per segnalibri da regalare ad un’amica.

Con i nostri lupi/coccinelle possiamo sperimentare disegni diversi, sicuramente ai lupi verranno idee anche migliori delle mie.

Questi segnalibri sono nati da un avanzo di carta adesiva finrto legno (mi piace un sacco) che il branco aveva usato in un’altra attività (QUESTA). Sono facilissimi da fare e costano poco. Le varianti sono infinite  come i tipi di carta che si può recuperare. 🙂

Materiale occorrente:

materiale per segnalibri finto legno

plastica adesiva finto legno (al Brico, costa € 4.50 per 2 metri)

riviste o carta colorata

forbici e taglierino

nastri colorati

1 – Ritagliare un rettangolo di carta adesiva di almeno 17×9 c. Penso che coi lupi potrebbe essere meglio fare rettangoli più grossi.

Piegarlo a metà per il lungo e fare il disegno dei baffi su una parte.

disegnare baffi

2 – Con il taglierino, ritagliare il disegno. Preparare la carta del colore prescelto. Togliere la pellicola in carta e posizionare la carta colorata sul lato senza disegno.

Poi lentamente e con attenzione, poco a poco,  chiudere il segnalibro facendo aderire anche la seconda metà alla carta colorata.

3 – fare un buco a taglierino (o con una bucafogli) per inserire un pezzo di nastro. Rifinire i bordi con le forbici, eliminando la carta inutile.

Il segnalibro con i baffi è pronto.

segnalibro legno baffi moustache

Naturalmente è possibile fare segnalibri di questo tipo con qualsiasi fantasia. Per esempio, si potrebbe :

– scrivere il proprio nome

– usare del tessuto al posto della carta colorata

– usare della carta di quotidiano e lasciare in evidenza solo alcune parole…

Segnalibro riciiclo tulipano

 Altri segnalibri che mi piacciono un sacco:

segnalibri carta adesiva

Ciao a tutti! Buona caccia e buon volo!

I travestimenti 1: gli indiani

28 Lug

10 idee per travestirsi da indiano

Croce e delizia di capi e genitori. 🙂

Perché, puntuale come la pioggia a Pasquetta, ogni anno arriva il campo estivo, portando con se “il costume da preparare“. E se i ragazzi di solito se la cavano con un solo costume, per i capi la lista si allunga; perché non c’è divertimento senza un bel travestimento.

Quest’anno io devo solo travestirmi:  da Maga Magò, da fata cattiva, da panettiere, da husky (il cane), da scoiattolo… e manca un mese alle VdB quindi c’è tutto il tempo di aggiungere qualcosa d’altro.

Ma ciò che voglio cominciare oggi è la raccolta delle migliori idee del web per realizzare dei costumi.

Perchè su Amazon si possono comprare travestimente di qualsiasi tipo… ma che gusto c’è??? 🙂

costume indiano prezzo

costume-indiano-apache prezzo

Questi costumi costano tanto e sono fatti con un materiale puzzolente e lucido che non sopporto 🙂

Meglio cimentarci con materiali semplici e poco costosi come il pile (che costa circa € 8 al metro, non sfilaccia, e possiamo cucirlo senza orli o incollarlo), le piume, il panno lenci (che costa molto meno del feltro, circa € 7 al metro).

Partiamo dalle cose semplici! Ecco le migliori idee ed ispirazioni per travestirci da indiani. (un classico…)

cliccate sulla foto per aprire la fonte! E soprattutto inviatemi se volete, le foto dei vostri travestimenti!! (anche tramite la pagina facebook di Crearescout)

 

Il copricapo di piume è imprescindibile:

copricapo indiano piume

via: PooLovesBoo

 A volte basta solo pitturare e taglizzare una T-shirt, oppure incollare dei ritagli di gomma crepla:

via: 4teachers.de

costume indiano senza cucire

via: Poulette Magique

 

 Le perline applicate ai bordi fanno effetto e, anche qui, non occorre cucire:

perline per costume indiano

via: Marisamarkwardt

 

 Un sacco di juta (noi li recuperiamo dalle torrefazioni di caffé) colorato:

 Attaccare pannolenci a vestiti già fatti:

 La mia versione di una fascia indiana, con una vecchia cintura:

Difficile ma davvero bello: le penne sono di feltro:

Copristivali, da fare con il pile (che costa pochissimo) o il pannolenci:

Mocassini indiani, senza cucire, solo con feltro e colla:

Mocassini indiani, per veri pro del cuoio:

mocassini indiani pelle perline

via: Miesi

Insomma… per vestirsi da indiani basta davvero poco!

Poi naturalmente occorrono arco e frecce! Clicca qui.

 

Il prossimo post sarà sulle più belle idee di travestimenti di animali!!!!

Ciaooooo

Cecilia

 

Dai flaconi di shampoo…

22 Apr

orecchini riciclo

L’estate scorsa mi sono fatta questi orecchini colorati, leggeri e creativi.

L’occasione erano alcuni flaconi di shampoo e detersivo che dovevo buttare nel riciclo: perchè non tirarne fuori qualcosa di bello? Così in pochissimi minuti ho fatto gli orecchini.

Ve li mostro perché penso che possano essere un’idea di autofinanziamento per le ragazze del reparto,  una facile preda da cacciare per le bambine dei lupetti. (altri orecchini simili li trovate QUI,invece ecco QUI un modo per riutilizzare le camere d’aria delle bici )

fustellatrice, flaconi di plastica colorata, monachelle, forbici

1) ho ritagliato diverse forme di plastica e diversi colori. Bastano forbici normali perchè questa plastica di solito è morbida. Ho fatto un buchino con la fustella a ciascun “petalo”

2) Ho scelto la combinazione di colori che mi piaceva di più e ho montato l’orecchino infilando la plastica nella monachella.

(mi sono dimenticata di scriverlo prima, ma è utile anche una pinza a punte rotonde per aprire e chiudere gli anellini delle monachelle: la stessa che usavo QUI)

 

Spero di avervi dato un’idea utile ed economica: ciascun orecchino costa 30 centesimi

Ciao a tutti!!

Akela

 

La puppazza

12 Feb

Tutti, tutti, ma proprio tutti, abbiamo dei calzini spaiati.

I Vecchi Lupi, poi, con tutti quelli che trovano sotto i letti a castello alla fine delle Vdb…

Non mi dilungherò su dove vadano a finire i calzini spaiati, anche perché ne ha già fatto una bella, che dico, bellissima canzone Vinicio Capossela (ascoltatela)… però vi mostrerò come ho dato nuova vita ad un calzettone rosso.

Un calzettone rosso che mi aveva accompagnato fin dai campi di reparto, aveva sopportato chi lo voleva bandire dal mio guardaroba perché non era blu associativo. Mi aveva scaldato i piedi, o almeno ci aveva provato, nelle fredde notti scout… fino a che ha perso il compagno! Triste ed inevitabile sorte…

E quindi l’ho trasformato in una vecchia signora.

riciclo calzettoni in pupazzi

Ora, come dicevo all’inizio, TUTTI abbiamo dei calzini spaiati. E sarebbe sufficiente chiedere ai lupetti di portarne uno ciascuno, e aggiungere materiale a caso accumulato in un certo periodo di tempo dai VVLL (lana, nastri, tappi, scatoline monouso di panna per caffé, bottoni… e anche tutto ciò che sembra essere inutile, ma di sicuro i lupetti sapranno cosa farne) per avere una bella attività di branco / cerchio.

Cosa serve:

calze spaiate, stracci, nastri, lana colorata, occhietti mobili, bottoni, tappi di sughero + colla a caldo, forbici.

Idee optional: panno lenci, piume, plastica e cartoncino da ritagliare, sassolini, fil di ferro, rifiuti secchi di qualsiasi genere.

1 – ho riempito la calza con stracci

2 – ho preparato i biondi capelli per la mia puppazza, tanti fili di lana (più o meno) uguali, poi legati al centro.

3 – ho chiuso la calza con un pezzettino di lana.

4 – ho tagliato la calza in eccesso.

5 – ho coperto il taglio della calza con i capelli, attaccati con colla a caldo.

6 – sull’attaccatura dei capelli ho incollato il cappellino: non è altro che la scatolina della panna per caffé.

7 – a questo punto mi sono data all’improvvisazione, attaccando i particolari: gli occhi, vabé, quelli si comprano già fatti. Il naso è un bottone, i piedi sono tappi di sughero tagliati; ma il vero tocco di stile della mia elegantissima puppazza è il cappellino (che nemmeno la regina Elisabetta). Piume di fagiano e un pezzo di limone seccato (materiale fornitomi dalla mia nonna creativa)

L’idea mi è nata perché pensavo ad un’attività di espressione per il mio branco: se ciascun bambino fa un pupazzo, lo può poi utilizzare con la sestiglia per uno spettacolino: i bambini sceglieranno una storia, e poi ciascuno realizzerà il re, la regina, il gatto con gli stivali, mowgli, bagheera, kaa…. (kaa è il più facile, come sempre… )

Noi abbiamo già provato una cosa simile, ma facendo delle piccole marionette di cartoncino; i bambini si sono divertiti molto, e quasi nessuno di loro aveva mai provato a fare il teatrino.

Buona creazione a tutti!!

Akela

ps: Questo post lo dedico a Akela e Bagheera del branco Popolo Libero, perché provano un’incredibile soddisfazione nel dire la parola “Puppazzo”, e al lupetto Danilo, perché nessuno pronuncia la Z come lo fa lui. 🙂 Ciaooooo!

Portapenne arrotolato e… buon anno!

30 Dic

barattolo portapennCiao a tutti!

Mi accorgo che l’anno sta per finire anche perché le chiavi di ricerca con cui molta gente giunge a crearescout sono “tema campo invernale” o “idee vacanze di branco”… ebbene sì, cari capi scout, anche quest’anno vi tocca pensare ai giochi, alle attività, al menù… siete pronti?? Noi quest’anno siamo un po’ indietro, ma un campo invernale insieme a Robin Hood non può riuscire che bene, no?

Oggi vi propongo una attività manuale di riciclo (al solito).

Che vi permetterà di riutilizzare barattoli e soprattutto tanta carta, per creare qualcosa di utile ed unico.

Se siete capi branco, potete suggerire l’idea ad un lupo che vuole prendere la specialità di ripara&ricicla.

Se siete capi reparto, potete mandare il link alle guide che vogliono auto-finanziarsi.

Oppure potete voi stessi fare un piccolo regalo a qualcuno 🙂

Noi in ufficio usiamo questo tipo di portapenne, ed infatti è stata proprio una mia collega a mostrarmi l’idea.

Ecco come fare:

Come fare? Leggi il tutorial!

Lampadine nataline

16 Dic

lampadine glitter nataleScusate il titolo scemo… 🙂

Ho visto questa idea di decorazione natalizia in innumerevoli siti e blog: non potevo non provarla, visto che avevo messo da parte alcune lampadine non più funzionanti.

Magari non è proprio un’idea da realizzare con il branco, e non è nemmeno tanto economica (considerata la quantità di glitter che mi sono volati in giro per la stanza)….. ma è carina!!!

E’ perfetta per un RICICLALBERO di Natale 🙂

Ecco quello che serve:

materiale lampadine glitter natale

lampadine vecchie

colla vinilica

glitter

nastri

spray fissante se ce l’avete e colla a caldo

Il procedimento è semplicissimo: basta cospargere la lampadina di colla vinilica e subito dopo cospargere di glitter (poco a poco).

cospargere lampadina glitter

Poi con la colla a caldo, incollate i nastri per coprire il collo della lampadina. Se ce l’avete, date una mano leggera di fissativo, per evitare che cadano glitter ovunque.

Il procedimento è molto ben spiegato qui:

lampadine glitter

via: rays of purple

Le mie palline sono già appese all’albero.

Ma ecco altre, bellissime, lampadine decorate con i glitter (cliccare sulla foto per accedere alla fonte):

lampadine glitter pupazzo neve

via: Kelsey bang

Buon Natale a tutti, e buoni campi invernali 🙂

Akela

Quaderni di caccia

29 Nov

“Qual’è la cosa che dovete sempre avere nello zaino quando venite in caccia?” abbiamo chiesto per lanciare questa attività domenica scorsa.

“I PANINI!!!” hanno risposto tutti in coro….. Ops, non me lo aspettavo! Beh, la lista delle cose da avere sempre nello zaino è ben nutrita, e dipende dalla stagione, ma c’è davvero una cosa che tutti i lupetti dovrebbero avere sempre: il quaderno di caccia.

Che un giorno, fra tanti anni, ritroveranno su uno scaffale; e tanti di loro rideranno leggendo “Bagheera: imparo a saltare con la corda” o “Baloo: racconto al branco la storia di Santa Valeria”

Comunque, ecco l’attività che noi abbiamo domenica scorsa.

Anche quest’anno abbiamo una marea di nuovi lupetti, siamo quasi a livello 50/50 con i vecchi. Perciò abbiamo formato delle coppie, e ciascun lupetto ha spiegato e dettato al suo cucciolo la promessa, la legge, il motto e le parole maestre. Abbiamo chiamato questa fase “trapasso di nozioni“. Un’ altra accoglienza dei cuccioli, insomma. Terminato questa operazione, i cuccioli hanno potuto decorare il loro quaderno di caccia, con l’aiuto di un “grande”.

I quaderni sono effetto legno, e sarebbero ancora più belli, a parer mio, se avessere anche della corda come decorazione. Purtroppo quel giorno non sono riuscita a comprarla in tempo. Noi abbiamo fatto dei quaderni di caccia, ma, perché no, si potrebbero ricoprire anche dei libri, dei raccoglitori, dei porta foto….

Come fare? Leggi il tutorial!

La catapulta

6 Nov

Ciao a tutti!

Ad agosto mi è stato offerto in dono questo utile tutorial, che naturalmente condivido con tutti i lettori di Crearescout!

Stefano, Akela del Branco Perfetta Letizia di Istrana (in Veneto), ci insegna come fare una piccola catapulta con materiali di recupero. Già intravedo sfide secolari tra lupetti, a qualsiasi ora del giorno e della notte 🙂

Ecco cosa ci scrive Akela:

Questo è il tutorial di un lavoretto non ancora realizzato all’interno del mio branco ma ugualmente testato nel corso di una caccia di primavera con tema Asterix e Obelix.

Sono richiesti pochi materiali, si costruisce velocemente e il risultato è funzionale e dal successo assicurato. Una volta costruita la catapulta si può pensare anche ad un gioco all’interno del quale poterla utilizzare.

È ideale per ambientazioni tipo cavalieri medievali, romani o greci. Alle nostre vacanze di branco estive doveva essere presentata da Leonardo da Vinci nel corso del nostro viaggio a bordo della macchina del tempo

MATERIALE:

1 fermacampione

2 abbassalingua, uno dei quali forato in un punto, in posizione centrale ad una distanza di circa due dita dall’estremità. All’interno del foro, che andrà praticato con un trapano, dovranno passare le alette del fermacampione.

1 tappo di plastica da bottiglia. Andrà forato al centro con una punta da trapano, di un diametro che permetta il passaggio delle alette del fermacampione.

1 parallelepipedo di legno (o altro materiale) di dimensioni 1cm x 1cm x 5cm

1 elastico

Scotch

COME COSTRUIRE LA CATAPULTA

• Si prendono i due abbassalingua e si uniscono le estremità con lo scotch (solo dalla parte dove non è presente il foro sull’abbassalingua)

• Si spinge il parallelepipedo verso l’estremità chiusa degli abbassalingua e lo si fissa con uno o più elastici, realizzando delle croci.

• Si fa passare il fermacampione attraverso tappo e abbassalingua forato, quindi si aprono le alette.

• La nostra catapulta è fatta, basterà procurarsi qualche munizione (un sassolino, una pallina di carta) e il gioco avrà inizio.

Grazie Akela per aver condiviso con noi la tua idea ed il tuo lavoro!! E’ come moltiplicare quello che hai fatto durante la caccia con i lupi, no?

A presto!!

Partecipa a:

Linky Party 2013

Lanterne di foglie cadute

21 Ott

Lanterna con foglie secche

Ciao a tutti! E’ autunno, cadono le foglie, e noi possiamo usarle per creare e per giocare! 🙂 L’anno scorso, a dicembre, abbiamo realizzato queste lanterne, che hanno avuto 2 scopi: illuminavano il percorso durante una caccia serale, e tenevano calde le mani visto che il gioco era all’aperto e faceva freddo! Vi consiglio questa attività, piacerà a tutti i vostri lupetti / coccinelle…

nb: chiedo scusa per la qualità delle foto: ho dovuto usare il mio cellulare… e questo è il risutato!

Come fare? Leggi il tutorial!

Buona caccia, CdA!

30 Set

Matite legno buona caccia

Ciao a tutti!

Infine, il giorno dell’apertura dell’anno scout è arrivato! Portando con sè “La caccia di primavera”, e l’inevitabile passaggio del CdA in reparto.

Quindi abbiamo salutato Alessandro, Alessio, Andrea, Junior, Lisa, Pietro, Rebecca, Nancy, Silvia e Sofia, hanno fatto uno per uno il salto di Akela (grande spauracchio degli ultimi mesi), e noi li abbiamo visti salire la collinetta, e poi sparire.

La cosa che mi fa effetto, è che i nuovi capi squadriglia erano miei lupetti fino a…. non so…. 5 minuti fa???? … Che fatica vederli come adolescenti responsabili dei miei piccoli lupettini!!!!!!

Comunque, anche quest’anno il Consiglio di Akela ha ricevuto un piccolo regalo dai VVLL:

buona caccia lupetti

Si tratta di matite colorate in legno. Mi sarebbe piaciuto molto produrle, ma purtroppo non sapevo come fare; e la mancanza di tempo a disposizione mi ha convinto a comprarle già fatte al Tiger (una catena di negozi danese). So che ne vendono anche presso le rivendite scout Kim.

Poi ho semplicemente aggiunto la scritta con un pennarello indelebile.

Ecco altri piccoli regali che abbiamo fatto ai nostri lupetti in questi anni: 

portachiavi CdANomi lupetti

E voi, avete fatto un regalino ai ragazzi che lasciano la vostra unità??

Buon inizio di anno scout a tutti!!!!!

Akela

Shared on:

Il Riciclo Creativo

Tutto ciò che pensi sia da buttare potrà avere una seconda vita!

If I had a million hours...

...there are - literally - lists and lists of things I'd do. But life is short and time is limited. This is how I choose to spend the hours I've been given - and some funny stories along the way.

sewliciousdecor.wordpress.com/

Projects for the home you can feel good about!

Agnes & Marion

A photo a day, from Lisbon and Budapest (2012-2013)

Homespun Haley.

JOY IN SIMPLE THINGS.

Creating Laura

knitting, crafting, and loving life

Running Blonde

Medical student, athlete and DIY queen.

Canta il Bosco

Concorso canoro per i cerchi lombardi

·••·¨*:·.Traces of Me .·:*¨·••·

Il coraggio è la magia che tramuta i sogni in realtà.

Simere's Weblog

Tra il dire e il fare...

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: