Tag Archives: spago

Una foglia di spago (segnalibri)

17 Dic

Ciao a tutti!

Ieri è stato il primo pernottamento dell’anno scout per il mio branco. La neve è stata provvidenziale per riempire di divertmento anche i momenti liberi. Mentre io ero in salone parlando di prede e specialità con le bambine più “secchione”, nel campo da gioco un gruppo di altri bambini avevano fatto una palla di neve enorme. Talmente enorme che poi non sono più riusciti a spostarla e si sono messi a chiamare a gran voce Babbo Lupo per aiutarli. Il risultato è stato un grosso orso Baloo di neve, con tanto di fazzolettone verdegiallorosso (Marco: “Mamma vieni a vedere!! E’ perfino alto più di Bagheera!!).puppazzo di Neve CR3

 

Il giorno prima avevamo raccontato la caccia di Kaa e poi, la sera, giocato alle spie, nella neve, scaldandoci le mani con piccole lanterne decorate con le foglie, fatte per l’occasione.

sorry per la qualità delle foto fatte dal cellulare

sorry per la qualità delle foto fatte dal cellulare

Ma ora passiamo al tutorial di oggi, che avevo nei drafts da un bel po’ di tempo. Il motivo per cui lo pubblico ora è che non ho avuto anora tempo di preparare i vari post sulle attività ed i giochi dell’ultimo periodo (“I fratelli di Mowgli”, “La caccia di Kaa”). Ma in realtà questo lavoretto potrebbe essere sfruttato anche come pensierino di Natale. Con la stessa tecnica di possono anche realizzare dei biglietti augurali.

E’ un altro segnalibro!! Scusate per la monotonia, cari lettori affezionati di crearescout, ma io li adoro e ne ho tantissimi!! 🙂

(altri miei segnalibri qui, qui, e qui)

Quest’attività è adatta sia a bambini che a ragazzi più grandi, dipenderà dal design; sarà un regalo perfetto per qualcuno che ama leggere.

E potrebbe essere un primo avvicinamento, per qualcuno, al ricamo, un’arte che purtroppo oggi è stata dimenticata!

Il materiale è poco costoso e facilmente reperibile… perfetto per lupetti e coccinelle:

Come fare? Leggi il tutorial!

Braccialetti regolabili con il nodo piano

29 Ott

Ciao a tutti!!

Il tutorial di questo braccialetto è in particolare per Irene, che me l’ha chiesto 🙂 Mi raccomando, fanne buon uso! 🙂

Non è molto difficile realizzare questi braccialetti, anche se sono un po’ più laboriosi rispetto ai braccialetti intrecciati con le perline. In compenso però, hanno la chiusura regolabile e quindi si adattano a tutti i polsi.

Io ho voluto aggiungere un cuore in argento (forse l’ho trovato nell’uovo di Pasqua), ma il braccialetto è bello anche senza niente. Oppure si possono utilizzare anche materiali di recupero, come rondelle, bulloni, bottoni, perline o pezzi di bigiotteria usata.

Ecco cosa serve:

cordino cerato ( di due colori o un solo colore)

un connettore per bigiotteria (vedi sopra)

colla tipo super attack

scotch (+ forbici)

La prima cosa da fare è tagliare il cordino cerato:

2 pezzi da 75 cm (rosa)

2 pezzi da 50 cm (rosso)

1 pezzo da 25 cm (rosso)

Poi si comincia:

Piegare a metà i due fili da 20 cm. Legarli ai due versanti del connettore, con un nodo “bocca di lupo” come in figura: In questo modo i fili rimarranno ancorati al connettore.

Posizionare il centro del filo rosa da 75 cm sotto i due fili rossi centrali. Piegare la parte sinistra del filo (rosa) sotto la parte destra (come in figura 3). Fare passare il capo destro del filo rosa sotto i due fili rossi e dentro l’anello creatosi a sinistra (come in figura 4).

[è molto più facile a farsi che a dirsi, guardate le foto :)]

Tirare e spingere il nodo in alto. (figura 5)

Ripetere lo stesso procedimento, ma partendo da destra: piegare la corda rosa destra sui fili rossi e sotto la corda sinistra (fig.6). Poi far passare la corda sinistra sotto i fili rossi e dentro l’anello creatosi a sinistra (fig 7). Poi tirare ancora, si è formato il secondo nodo, opposto al primo (fig. 8).

Ripetere il procedimento, sempre alternando destra e sinistra. Intrecciare per qualche centimetro su entrambi i versi del braccialetto. Tenere conto che la chiusura occuperà circa 1,5 cm.

Sul retro del braccialetto, legare insieme i due capi di filo rosa avanzato con un nodino ben stretto (fig. 9). Poi versare una goccia di supercolla e tagliare l’eccedenza di filo (fig. 10)

Ora dobbiamo cominciare a realizzare la chiusura regolabile. Piegate il braccialetto a cerchio, avvicinando le rimanenze di filo rosso. Legate i 4 fili rossi provvisoriamente insieme con dei pezzi avanzati di filo qualsiasi (fig. 11)

Poi, prendete il filo rosso da 25 cm. Con la stessa tecnica di prima (fig. 3 – 8) intrecciatelo attorno ai 4 fili rossi, per circa 1,5 cm; otterrete quello che vedete in figura 12. Poi, legate ancora fra di loro le rimanenze, incollate con un piccolissima goccia di colla e tagliate. Occhio con la colla, che deve solo unire le rimanenze, e non tutti i fili, altrimenti la chiusura non sarà più regolabile ovviamente!! Per essere sicuri, dopo aver tolto i legacci provvisori, continuate a stringere ed allargare il braccialetto per qualche secondo, mentre la colla fa presa sulla chiusura.

Fate un nodo sui due capi dei fili rossi centrali, tagliate l’eccedenza (fig. 13). Fissate il nodino con una goccia di colla (fig. 14).

Il braccialetto è finito!!

Realizzarlo la prima volta potrebbe non risultarvi facilissimo, bisogna guardare e riguardare le foto (o almeno, per me è stato così)… Ma una volta capito il meccanismo si va via velocissimi! 🙂

Ho fatto un braccialetto rosa e rosso per mia sorella Valeria e uno nero per me.

Ora ho in programma di realizzarne uno inserendo anche delle piccole perline, magari da regalare come pensierino per Natale (mi porto avanti! 🙂

friendship bracelet tutorial square knot

Io ho imparato a fare quest braccialetti leggendo QUI. Il blog è pieno, pienissimo di altre idee di fai-da-te per ragazze! 🙂

A presto,

Cecilia

Linking to:
parents as teachers

Barche, zattere, velieri

9 Lug

Questa primavera con il branco siamo nuovamente andati sulle rive del Po. Lo stesso posto dove avevamo preso le impronte di animali.

Come vi avevo accennato QUI, quel giorno abbiamo incontrato Indiana Jones,  e abbiamo costruito con lui delle imbarcazioni per scappare dall’isola e per trasportare il tesoro.

Per costruirle i lupetti hanno usato: bottiglie di plastica, rami secchi, cordino e spago, elastici, scotch, carta da pacchi, forbici, pennarelli. Sarebbe stato comodo usare anche la colla a caldo, ma naturalmente sul fiume non esiste la presa di corrente!

Ecco i bambini al lavoro:

Ecco le imbarcazioni nel fiume. Naturalmente avevano un cordino per poterle riportare a riva, altrimenti avrebbero inquinato l’ambiente!

I bambini, soprattutto i maschi, si sono divertiti tantissimo. Hanno passato anche tutto il tempo libero dopro pranzo immaginando battaglie navali. Hanno aggiunto punte e “armi”, fantasticando su quale fosse la nave più invincibile 🙂

Consiglio questa attività a tutti!!

Sul web naturalmente ci sono tante navi fatte con bottiglie di plastica, ecco quelle che mi sono piaciute di più:

Perfette per le sfide in un campo ambientato tra i pirati:

bottiglia

via: Délices et supplices

semplicissime e design:

bottiglia shampoo barca

via: guerrilla innovation

Queste invece  le prove che SI PUò FARE!! (impresa di squadriglia????? 🙂 )

via: fiji times

A presto!

Cecilia

Braccialetti portafortuna

9 Mag

Questi sono braccialetti molto semplici: richiedono pochi minuti e poco materiale per essere fatti.

Penso che potrebbero essere perfetti per una lupetta o una coccinella che chiede la specialità di mani abili o artigiana, per occupare un po’ del tempo libero che i bambini hanno durante un campo estivo o invernale. Potrebbe essere anche un possibile regalo di fine anno scout per l’intero gruppo, se i braccialetti sono nei tre colori delle branche (rosso, verde, giallo).

Naturalmente potrebbe essere anche una piccola fonte di autofinanziamento per il branco /cerchio.

Si chiamano braccialetti portafortuna perché pare che vadano regalati: nell’indossarli, chi li riceve esprime un desiderio. Quando il braccialetto si disfa e si spezza, il desiderio si avvererà. Sarà vero?? A volte è bello crederci! 🙂


Come fare? Leggi il tutorial!

Il Riciclo Creativo

Tutto ciò che pensi sia da buttare potrà avere una seconda vita!

If I had a million hours...

...there are - literally - lists and lists of things I'd do. But life is short and time is limited. This is how I choose to spend the hours I've been given - and some funny stories along the way.

sewliciousdecor.wordpress.com/

Projects for the home you can feel good about!

Agnes & Marion

A photo a day, from Lisbon and Budapest (2012-2013)

Homespun Haley.

JOY IN SIMPLE THINGS.

Creating Laura

knitting, crafting, and loving life

Running Blonde

Medical student, athlete and DIY queen.

Canta il Bosco

Concorso canoro per i cerchi lombardi

·••·¨*:·.Traces of Me .·:*¨·••·

Il coraggio è la magia che tramuta i sogni in realtà.

Simere's Weblog

Tra il dire e il fare...

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: